strada Privata Alfredo Gerolo, 1, 15052 Casalnoceto Alessandria
0131 809303 siall@siall.it

Come scegliere il materiale per i serramenti

frangisole alluminio

Muoversi nell’ampia offerta dei serramenti per scegliere il materiale più adatto alle nostre esigenze e che ci piaccia, non è sempre facile.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, iniziando ad analizzare i materiali per i telai in modo da poter scegliere il materiale per i serramenti che più ci aggrada.

I serramenti possono essere raggruppati essenzialmente in quattro categorie:

Serramenti in legno

Il legno ha il pregio di possedere bassi valori di trasmittanza termica, buona tenuta all’aria e una indiscussa valenza estetica.
Come contropartita ha la tendenza ad espandersi o a contrarsi in relazione alle condizioni climatiche, richiede importanti operazioni di manutenzione periodica e c’è la possibilità che nel tempo possa perdere le originali prestazioni di isolamento termico/acustico e di tenuta agli agenti atmosferici.
Tra tutti è quello che probabilmente ha il miglior impatto ambientale (va comunque smaltito come rifiuto speciale e non può essere bruciato perché le vernici esalerebbero sostanze tossiche)

Serramenti in alluminio

L’alluminio ha caratteristiche ottimali per resistenza meccanica, inalterabilità nel tempo, resistenza agli agenti atmosferici e ampia possibilità di personalizzare colori e finiture superficiali.
La facilità di lavorazione, la leggerezza, la bassa richiesta di manutenzione e la facilità di pulizia lo rendono idoneo a qualsiasi tipo di realizzazione.
In passato i telai di alluminio potevano creare problemi di isolamento termico; l’inconveniente è stato risolto mediante la tecnica del taglio termico.
I serramenti più performanti, al fine di migliorare ulteriormente le caratteristiche di isolamento termico/acustico sono dotati di un ulteriore isolamento all’interno di una delle cavità.
Buon impatto ambientale, completamente riciclabile con facilità

Serramenti in pvc

Questo materiale è stato oggetto di critiche per il suo impatto ambientale, in quanto nella sua produzione erano utilizzate sostanze come il cadmio e il piombo. L’industria del settore ha da tempo sostituito questi componenti con altri più ecologici.
Il pvc è impermeabile, ha buon potere isolante, è resistente all’usura, è discretamente resistente all’invecchiamento e richiede poca manutenzione.
Impatto ambientale accettabile, con qualche difficoltà in più rispetto agli altri materiali (contiene un anima in metallo che deve essere separata) può essere riciclato e riutilizzato in diversi processi industriali.

Serramenti in materiali combinati

La combinazione di diversi materiali permette caratteristiche diverse all’interno e all’esterno della finestra, in modo da avere resistenza agli agenti atmosferici unita all’estetica desiderata.
Normalmente il lato interno del serramento è in legno per valorizzare l’aspetto estetico, il lato esterno è realizzato in PVC o alluminio in modo da garantire maggiore resistenza.
E’ anche possibile la presenza di un terzo materiale: legno sul lato interno, pvc nel corpo centrale con funzione isolante, alluminio verso l’esterno per l’inalterabilità nel tempo e l’ottimo impatto visivo.

Eros Franco